ccc
IL PROGETTO

Il Progetto

Smart City Lab mira ad essere un centro di aggregazione innovativo aperto al territorio. Nasce dall’idea congiunta della Fondazione Ferraro e dell’A.P.S. Perlatecnica di allestire un laboratorio di fabbricazione digitale a cui possano accedere, previo appuntamento, gruppi scolastici o singoli utenti per conoscere il mondo della fabbricazione digitale ed apprendere nuove competenze in ambito smart city.

Il progetto è stato finanziato dal dipartimento per le politiche della famiglia - avviso pubblico “educare” - volto al finanziamento di progetti di educazione non formale e informale e di attività ludiche per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza.

FONDAZIONE GIUSEPPE FERRARO

La promozione dei diritti dei minori è alla base di tutto il  lavoro svolto dalla fondazione, dalla risposta alle emergenze ai progetti di accesso all’educazione. I minori vengono coinvolti e incentivati a partecipare nelle iniziative di promozione dei loro diritti. Lo scopo è di promuovere gli ideali di famiglia e di unità che nella società contemporanea spesso vengono a mancare.

APS PERLATECNICA

Perlatecnica nasce nell'anno 2014 con lo scopo di promuovere l'alfabetizzazione digitale, concorrere alla creazione di una vasta, eterogenea e diffusa cultura digitale e dell'innovazione tecnologica. I valori che sostengono le iniziative di Perlatecnica sono: Condividere, Inventare, Giocare, Imparare, Costruire, Donare, Divertire, Sognare, Aggregare. 

1

I Laboratori

I laboratori sono rivolti ad un pubblico dai 10 anni in su ed è possibile seguire percorsi di più giornate oppure fare una visita di una sola giornata.

I laboratori a cui è possibile partecipare sono i seguenti:


ROOBOPOLI 

Programmazione di veicoli a guida autonoma e di una città intelligente.I partecipanti avranno la possibilità di programmare una scheda nucleo ST32 in C++ al fine di riuscire a far funzionare autonomamente un veicolo in una città. La città (circa 3mq2) a sua volta dovrà essere programmata affinché possa gestire segnaletica semaforica, traffico, parcheggi e altro. Ai partecipanti verranno insegnate quindi le basi della creazione di una smart city e del funzionamento dei sensori ma saranno poi guidati nella realizzazione di idee nuove ed originali che potrebbero essere realmente utilizzate nella propria città. Oltre alla città ed ai componenti per realizzare veicoli a guida autonoma, verranno messi a disposizione altri elementi robotici e diversi sensori in modo da poter implementare il progetto. Tutti i dispositivi utilizzati vengono impiegati realmente per la progettazione industriale. 

Per il grado di difficoltà è consigliata la partecipazione ai ragazzi dai 16 anni in su.

ROOBOPRINT

Prototipazione e stampa in 3D.

I partecipanti a questo laboratorio avranno l’occasione di imparare ad utilizzare programmi per la grafica 3D allo scopo di stampare oggetti reali con apposite stampanti. Gli oggetti prodotti verranno utilizzati per completare la smart city creando edifici e aree urbane. Verranno anche stampate delle targhe in Braille che verranno apposte sia nella smart city che presso luoghi di interesse storico culturale di Maddaloni. Altre idee volte al miglioramento della città potranno essere proposte direttamente dai partecipanti, al fine di poter personalizzare i prodotti stampati, il laboratorio prevede anche una fase di rifinitura e colorazione dei prodotti.

ROOBOMAKER 

Utilizzo della laser cutter.

Le macchine a taglio laser sono un altro elemento indispensabile in un laboratorio di fabbricazione digitale. Verranno disegnate e intagliate delle sagome utili ad arricchire il modello di smart city. In particolar modo verranno realizzati elementi naturali come piante e animali. Le stesse sagome saranno poi riprodotte anche in un formato più grande al fine di poterle realmente installare nella città di Maddaloni. 


MAGGIORI INFORMAZIONI

Ogni laboratorio si svolge con cadenza settimanale a partire dal 12 luglio 2021 e si prevedono tre aperture settimanali. Gli spazi saranno gestiti in modo da garantire la sicurezza dei partecipanti, sia per quanto riguarda la normativa anti Covid-19 che per quanto riguarda l’utilizzo di macchine. Le attività verranno condotte da esperti in ambito smart city e making.

2